Angelo Orlando

Angelo Orlando


Sceneggiatore, autore teatrale, regista, attore per il cinema, il teatro e la tv. Debutta come regista cinematografico nel 1994 con "L'anno prossimo vado a letto alle dieci", a cui fanno seguito "Barbara" nel 1998 e "Sfiorarsi" nel 2006. Come attore ha lavorato con Fellini, La voce della luna 1990, con Nanny Loy, Maurizio Nichetti, Mario Monicelli, Enzo Decaro e altri registi italiani tra cui Massimo Troisi (Premio David Donatello come miglior attore non protagonista per il film "Pensavo fosse amore invece era un calesse"). Esordisce nel 2001 in narrativa con il libro "Quasi Quattordici". Per le edizioni Piemme ha pubblicato la raccolta di poesie "Per l'amore bisogna averci la passione". Nel novembre 2005 vince il Premio Solinas con Casamatta Vendesi, miglior sceneggiatura di commedia: Premio Leo Benvenuti. Dal 2005, con l’Associazione d’Umanità e Cultura La Teca, tiene seminari sul lavoro dell'attore e workshop di sceneggiatura, regia e linguaggio cinematografico, a Roma, Trento, Genova, Legnano, Lugano, Sassari. Con l’Associazione La Teca, gira tre cortometraggi, “Il Giorno Dopo” 2008, “Giro Giro Tondo”, 2009 e "Centomila Secondi", 2012. Nel 2010 è tra i finalisti del premio Solinas con la sceneggiatura “Cinq, sei, sett, ott…” scritta in collaborazione con Valentina Russo. Attualmente vive tra Barcellona e Roma.

Quando si apre il sipario - Lezioni poco razionali sul teatro
e il lavoro dell’attore